Come combattere la ritenzione idrica con la betulla

Cellulite e gonfiori alle gambe sono “nemici” di molte donne, anche quelle più in forma. Ma come combattere la ritenzione idrica naturalmente? E come sfruttare al massimo i benefici dei rimedi che la natura ci mette a disposizione? Scopriamolo assieme!

Cos’è la ritenzione idrica?

Fenomeno assai noto tra le donne, la ritenzione idrica è un accumulo di liquidi che può provocare un rigonfiamento agli arti inferiori (gambe, glutei e addome). Questo disturbo può avere varia cause: uno stile di vita errato e sedentario, oppure anche stati infiammatori.

 D’altronde non si tratta solo di un problema estetico, ma anche funzionale! A che cosa è dovuta? L’acqua presente nell’organismo ha il compito di trasportare alle cellule le sostanze nutritive e di allontanare quelle di scarto.

Quando qualcosa non funziona correttamente (in genere un’alterata circolazione venosa e linfatica) i liquidi in eccesso carichi di tossine ristagnano negli spazi infra cellulari, intasandoli.

Altre cause meno note…

Esistono anche altri fattori che possono portare a una ritenzione idrica:

  • insufficienza renale (i reni non riescono più a regolare l’equilibrio idrico e salino e a eliminare acidi e scorie dall’organismo);
  • abuso di farmaci (cortisonici o contraccettivi);
  • cattiva alimentazione, magari carica di grassi e sodio (sarà quindi importante limitare il consumo di sale nella dieta).

Proprio quest’ultimo fattore è molto importante, come spiega il Professor Badalamenti, responsabile dell’Unità di Nefrologia dell’Istituto Humanitas di Milano in un’intervista al Corriere della sera.

aperitivo

 

Ritenzione idrica e cellulite: 3 regole per combatterle

La ritenzione idrica può anche provocare gonfiori e facilitare ulteriori inestetismi come la cellulite.

Come combattere la ritenzione idrica e sbarazzarsi di tutti i liquidi in eccesso?

1) Meno sale nella dieta

La prevenzione gioca sempre un ruolo fondamentale, infatti per salvaguardare l’organismo sarà bene limitare l’impiego di sale nella dieta. Questo infatti contiene sodio, minerale che porta a trattenere i liquidi nel corpo.

2) Sì alle fonti di potassio

Inoltre, è bene la preferenza ad alimenti contenenti potassio (oltre alle banane, fagioli, albicocche disidratate, spinaci ecc.), utile per eliminare il sodio in eccesso.

Per combattere la ritenzione idrica è poi consigliabile consumare molta frutta e verdura (alimenti ricchi di acqua) come spuntini giornalieri.

3) Un plus di fibre

Infine, è indispensabile inserire nella dieta una discreta quantità di fibre, presenti nei cereali integrali, oltre che nella frutta e nella verdura.

fibre

Come combattere la ritenzione idrica? Betulla, si grazie!

Fortunatamente, possiamo ricorrere a rimedi naturali per la ritenzione idrica, in particolare quando questa ha già fatto la sua comparsa e si manifesta in maniera evidente.

Per combattere naturalmente la ritenzione, occorre agire per favorire il drenaggio dei liquidi corporei con una pianta che aiuti, appunto, a drenare.

Le piante drenanti affrontano in modo naturale il problema della ritenzione idrica, quelle depurative aiutano a canalizzare le scorie che si accumulano e a espellerle. Entrambe le tipologie facilitano l’eliminazione delle tossine, riequilibrando l’organismo.

bicchiere d'acqua

Proprietà della betulla bianca: perché serve contro la ritenzione?

La risposta naturale al quesito come combattere la ritenzione idrica esiste: si chiama betulla bianca.

Questa pianta, originaria della Siberia, ma presente anche nelle montagne italiane, ha la particolarità di unire entrambe le funzioni citate in precedenza:

  • favorisce, infatti, il drenaggio dei liquidi corporei (quindi è una pianta drenante)
  • e promuove le funzioni depurative dell’organismo (depurativa), sostenendo altresì la funzionalità delle vie urinarie.

Come usare la betulla contro la ritenzione

In fitoterapia della betulla si utilizzano tutte le parti, dalle gemme alla linfa, sino alle foglie.

Tintura madre di betulla bianca

Le foglie di betulla, oltretutto, sono considerate un «“depuratore del sangue” e impiegate nella gotta, nei reumatismi, nell’ipercolesterolemia e nella cellulite» (F. Perugini Billi, Manuale di fitoterapia, Azzano San Paolo 2004).

betulla foglie

È possibile sfruttare tutto il potere depurativo delle foglie di betulla, grazie a una tintura madre concentrata e analcolica. Priva di controindicazioni, grazie all’assenza di alcool, può essere assunta in qualsiasi momento per un effetto anti-ritenzione.

 

Linfa di betulla bianca

Nel caso della linfa, invece, «ricca di potassio, ha come principali proprietà l’attivazione della diuresi, l’eliminazione delle scorie metaboliche, colesterolo e acido urico in particolare» (E. Campanini, Manuale pratico di gemmoterapia, Milano 2005).

La linfa di betulla, inoltre, mostra «una spiccata attività diuretica e uricolitica, che la rende un ottimo drenante generale per l’organismo, specialmente se viene associata ad altri gemmoderivati specifici» (Ibidem).

È possibile sfruttare tutti i benefici appena descritti assumendo regolarmente un gemmoderivato analcolico di linfa di betulla bianca, al 100% naturale e indicato anche per donne in gravidanza.

Betulla assunzione e controindicazioni

Il drenaggio dei liquidi favorito dalle betulla non priva il nostro corpo dei sali minerali. Questa caratteristica aiuta e evitare un’eccessiva demineralizzazione.

La betulla può dunque essere assunta con continuità, anche per lunghi periodi. Inoltre non ha particolari controindicazioni ed agisce in maniera delicata ma efficace.

Come combattere le ritenzione idrica: conclusioni

Per limitare al massimo la ritenzione idrica dobbiamo innanzitutto correggere le nostre abitudini.

Alimentazione corretta e movimento sono infatti presupposti fondamentali, che possono essere affiancati dai giusti sostegni naturali.

Tra i rimedi naturali per combattere la ritenzione idrica, un posto particolare spetta proprio alla betulla bianca, capace di far coincidere in sé due fondamentali azioni, quella depurativa e quella drenante.

betulla bioalma