Bioalma

Lampone (Rubus idaeus) Gemmoderivato Analcolico - 60ML.

€14,50
  • Descrizione
  • Modo d'uso
  • Altre informazioni

Gemmoderivato purissimo di Lampone, estratto concentrato (1:40) ottenuto dalla lavorazione di gemme fresche. Il Lampone è tradizionalmente usato in gemmoterapia per regolare il ciclo. Il Gemmoderivato di lampone Bioalma è ideale per alleviare le problematiche femminili in modo naturale. È 100% analcolico, quindi adatto per tutta la famiglia e per le donne in gravidanza. Dal sapore gradevole, senza zuccheri aggiunti e conservanti coloranti, adatto anche ai vegani.

INGREDIENTI

Glicerina vegetale, acqua pura, lampone (Rubus idaeus) gemme fresche (2,5%).

N.B.: La glicerina è un dolcificante 100% naturale e di origine vegetale a minimo contenuto calorico. Può essere assunta anche da persone diabetiche o che stanno seguendo un regime alimentare ipocalorico.

MODO D'USO

Prodotto liquido 100% analcolico da assumere a gocce, diluite in poca acqua.

ADULTI e DONNE IN GRAVIDANZA

40 gocce (2 ml) diluite in acqua, da una a tre volte al giorno in qualunque momento (da 40 a 120 gocce al giorno)

BAMBINI

20 gocce (1 ml) diluite in acqua, da una a tre volte al giorno (da 20 a 60 gocce al giorno)

Conservazione: il prodotto va conservato a temperatura ambiente anche dopo l'apertura

QUANTITÀ

60 ml / 30 dosi da 2 ml

INFORMAZIONI PER RIVENDITORI

SKU: BAGDLAMPONE30
Codice Articolo: SERGMLAMPONE60
Codice EAN: 8057949851738
Farmadati: 974850935

AVVERTENZE

Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e devono essere utilizzati nell’ambito di uno stile di vita sano. I risultati possono variare da persona a persona. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Il prodotto deve essere tenuto fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età. Per l’uso del prodotto sotto i 3 anni di età si consiglia di sentire il parere del medico.

Proprietà

Il lampone (Rubus idaeus) è un arbusto spinoso che cresce spontaneo al margine dei boschi, nei pascoli e nelle zone collinari fino a 2000 metri di altitudine. I suoi frutti, noti e apprezzati fin dall'antichità da Greci e Romani, sono tutt'oggi consumati a fini alimentari o usati per aromatizzare liquori, sciroppi o bevande di vario tipo.

Recently viewed